Terni Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Legionella: casi in aumento nel ternano, ma l’Usl rassicura sul contagio

L’azienda sanitaria sottolinea che non ci sono cluster e sono casi indipendenti fra loro, ma che un peso nel contagio potrebbero essere averlo le condizioni degli impianti idrici

Aumentano i casi di Legionella nella zona sud dell’Usl Umbria 2 (Terni, Narni, Amelia), in più rispetto allo scorso anno. Lo dice la stessa azienda, spiegando che si sta interrogando sul motivo di questa crescita alle statistiche degli altri territori, per comprendere fino in fondo cause ed eventuali azioni da mettere in atto.

L’azienda sanitaria sottolinea che non ci sono cluster e che quindi si tratta di casi indipendenti fra loro, ma che un peso nel contagio potrebbero essere averlo le condizioni degli impianti idrici delle strutture dove si presume sia avvenuto il contagio.

A differenza di un virus, la legionella trova il suo habitat ideale nelle acque, soprattutto negli impianti idrici degli edifici e prolifera in ambienti umidicome sistemi di climatizzazione, torri di raffreddamento, condensatori, impianti sanitari, umidificatori e fontane, in particolare se la temperatura supera i 20 gradi e in presenza di depositi calcarei.

Le infezioni possono scaturire dall’inalazione di goccioline d’acqua (aerosol) contaminate da questi impianti.

Usl Umbria 2 sottolinea che l’incremento è comunque derivato da tempi lunghi, probabilmente legati sia alla ripresa delle attività nel periodo post-pandemico sia all’aumento delle temperature recenti.

 

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Attestati 'falsamente' in certificati i 'dati ostativi' . Processo il 20 giugno, la posizione di...
La Corte dei conti dell’Umbria ha emesso una sentenza per una vicenda avvenuta 12 anni...
"Non vedere il problema": l'iniziativa di sensibilizzazione sul glaucoma ...

Altre notizie

Terni Tomorrow