Terni Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Fratoianni apre il congresso di Sinistra Italiana: “Coalizione unita e impegno per la pace”

Nell'evento in corso a Perugia, Fratoianni propone una visione alternativa basata su solidarietà, democrazia e giustizia sociale, puntando su diritti umani e cooperazione internazionale

Nell’ambito del congresso nazionale in corso all’Hotel Giò di Perugia, il segretario di Sinistra italiana, Nicola Fratoianni, ha sollevato un appello cruciale venerdì a Perugia. Durante il terzo congresso nazionale del partito, con la presenza di 420 delegati eletti nei 77 congressi provinciali, Fratoianni ha invitato i leader delle forze di opposizione a formare un fronte unito. “Senza neanche questa”, ha dichiarato, “tanto vale arrendersi prima di cominciare”. Questo invito arriva in un momento in cui il documento di Fratoianni, “Diritti al futuro”, ha ottenuto un’ampia approvazione, con oltre il 90 percento dei voti.

Il segretario ha espresso una ferma opposizione alle politiche del governo Meloni, che ha definito il più a destra nella storia della Repubblica. Ha criticato la loro gestione dei temi come i rave illegali, i migranti, le Ong, e le libertà civili. Fratoianni propone una visione alternativa basata su solidarietà, democrazia e giustizia sociale. “La guerra come abbiamo visto inquina il linguaggio, alimenta il nazionalismo e la xenofobia, spinge ad una regressione generale sul terreno delle politiche pubbliche nel segno di quella che si configura come una vera e propria economia di guerra,” ha sottolineato nel suo discorso.

Pace, giustizia sociale e politiche di genere

Fratoianni ha posto l’accento sulla necessità di costruire una convivenza globale basata sui diritti umani e la cooperazione internazionale. Ha espresso orrore per le vite spezzate dalla guerra e ha condannato sia l’attacco terroristico di Hamas sia la reazione israeliana, definendola “una terribile vendetta collettiva nei confronti del popolo palestinese”. Per Sinistra italiana, è essenziale un cessate il fuoco immediato, la liberazione degli ostaggi e la fine dell’occupazione israeliana.

Importante nel discorso di Fratoianni è stata la questione dei femminicidi e la critica al rifiuto della destra di riconoscere il patriarcato come una struttura sociale che alimenta la violenza di genere. Ha elogiato le donne e le giovani generazioni che si ribellano al silenzio e alla complicità, condannando le offese e le polemiche contro Elena Cecchettin. Ha sottolineato la necessità di unità di fronte a sfide elettorali imminenti, includendo le elezioni europee e locali.

In conclusione, Fratoianni ha invitato a un impegno concreto per avviare un confronto costruttivo contro la destra. Ha enfatizzato la necessità di trovare convergenze pur mantenendo le differenze: “Penso che senza discutere dei contenuti non abbia senso consumarsi all’infinito sugli aggettivi con cui descrivere il ‘campo’, ma mi pare altrettanto indiscutibile che senza una disponibilità e un impegno perché il confronto si avvii la destra continuerà ad avere gioco facile”. Questo invito segna un passo fondamentale verso la formazione di una coalizione efficace e un cambiamento significativo nel panorama politico italiano. Attesi nella giornata di sabato la segretaria del Pd Elly Schlein e il presidente del M5S Giuseppe Conte.

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il sindaco torna a sollecitare in forma ufficiale il pagamento delle spettanze all'Ente: nuova missiva...
Il primo cittadino durante il consiglio comunale va all'attacco dell'ex assessore di Fdi che replica:...

Altre notizie

Terni Tomorrow