Terni Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Addio ad Alvaro Valsenti: il faro della Resistenza si è spento

Avea da poco compiuto 99 anni: il cordoglio del mondo politico e della città di Terni

Terni oggi piange la scomparsa di una delle sue colonne portanti dell’antifascismo e della vita politica locale, Alvaro Valsenti. Il Presidente onorario dell’ANPI provinciale e venerato esempio di resistente, Valsenti ha lasciato un vuoto incolmabile nella comunità, passando a miglior vita all’alba di un nuovo secolo.

Con la dipartita di Valsenti, la città perde non solo una figura emblematica ma anche un prezioso depositario della storia contemporanea. In un parallelo evocativo, l’Anpi Provinciale si commiata dal suo leader con un tributo toccante: “Ora e sempre Resistenza”. Riprendendo il detto africano che paragona la morte di un anziano alla perdita di una biblioteca, il lutto che avvolge Terni si fa simbolo di un’eredità culturale e morale che merita di essere custodita: quella della sua “Biblioteca nazionale dell’Antifascismo”.

Il cordoglio della politica

Fabio Paparelli, consigliere Dem, ha espresso il suo dolore e la sua ammirazione per Valsenti, ricordandone l’impegno e l’eredità. “Ha dedicato la sua vita alla lotta per la libertà e la giustizia”, ha ricordato Paparelli, rimarcando l’importanza di Valsenti nella resistenza e nella vita civica di Terni.

L’Amministrazione comunale riconosce in Valsenti uno dei protagonisti indiscussi della storia democratica e della rinascita di Terni nel dopoguerra, il vicesindaco Riccardo Corridore ha rimarcato il suo impegno come amministratore e combattente per i valori fondamentali che guidano la società odierna.

Rivolgendosi a tutta la comunità cittadina, il capogruppo in Consiglio comunale di Terni, Francesco Filipponi, ha espresso un profondo sentimento di perdita, sottolineando l’impatto morale e politico che Valsenti ha lasciato in eredità. Filipponi ha trasferito le condoglianze del Gruppo Consiliare del PD a familiari e conoscenti.

L’associazione Sentieri partigiani scrive: “Valsenti ci lascia una grande eredità e una grandissima responsabilità, quella di tenere acceso il fuoco dell’ Ideale. Giunga l’ abbraccio e le condoglianze di tutti i Soci alle Figlie, a tutta la Famiglia, alle Compagne e ai Compagni dell’ ANPI di Terni. Ciao ultimo Combattente, sappiamo che sarai sempre con noi quando saremo in montagna sui sentieri a camminare, o nei boschi a lavorare”

Era stato da poco festeggiato il 99° compleanno di Valsenti, la sezione ANPI “13 Giugno” di Terni ora lo ricorda come uno degli ultimi rappresentanti di una generazione che si è battuta per una nazione basata sui pilastri della pace, democrazia, uguaglianza e solidarietà. La sezione ha esteso il proprio cordoglio alla famiglia di Valsenti, riconoscendolo come un insegnante di vita per le nuove generazioni.

Ricordi di un eroe partigiano

Nel ricordare Valsenti, ci si riferisce a lui con semplicità e affetto, seguendo l’insegnamento che lui stesso ha sempre voluto trasmettere. La comunità ternana lo celebra come un eroe della resistenza, un esempio di virtù e di lotta, la cui eredità continuerà a illuminare il cammino della città e di chi lotta per la giustizia. “Ti sia lieve la terra compagno Alvaro”, con queste parole si conclude il tributo ad un uomo che ha segnato indelebilmente la storia di Terni e della lotta partigiana in Italia

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'approvazione del bilancio di esercizio ha visto la partecipazione dell'84% del capitale sociale, segno di...
Momenti di terrore nel paese dell'alto orvietano: l'uomo si era barricato in una stanza e...

Altre notizie

Terni Tomorrow