Terni Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Sciopero industriale a Terni: alti tassi di adesione e mobilitazione di successo

L'adesione dei lavoratori e le implicazioni produttive nell'industria di Terni, con un focus su Ast e Faurecia

In Ast, va sottolineato che l’adesione del personale al recente sciopero è stata notevolmente significativa, raggiungendo un tasso di partecipazione che si è mantenuto sostanzialmente uniforme sia nel primo che nel secondo turno di lavoro, attestandosi intorno all‘80%. Per quanto concerne l’aspetto produttivo, è evidente che la situazione si è dimostrata complessa, con il 90% degli impianti fermi e solo uno su dodici nell’area a caldo che è rimasto operativo. Inoltre, l’indotto ha registrato un’adesione allo sciopero di circa il 70%, mettendo in luce una forte mobilitazione da parte dei lavoratori di settori connessi.

Merita inoltre menzione il caso dell’azienda Faurecia di Terni, dove l’adesione allo sciopero ha raggiunto l’85%. Questo dato è stato riportato dal segretario della Fiom Cgil di Terni, Alessandro Rampiconi, nel contesto del bilancio generale dello sciopero promosso da Cgil e Uil per esprimere dissenso verso le azioni e i programmi del governo Meloni.

È importante sottolineare che l’evento scioperativo ha riscosso un ampio consenso anche a Terni e nel territorio circostante, come testimoniato dal segretario generale della Camera del lavoro ternana, Claudio Cipolla, che ha partecipato alla manifestazione regionale di Perugia. Numerose persone provenienti da diverse aree, inclusi settori come la sanità, la scuola e i trasporti, hanno aderito all’iniziativa. Questa ampia partecipazione dimostra l’importanza dell’iniziativa e l’efficacia del messaggio inviato al governo da parte della comunità locale.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Altre notizie

Terni Tomorrow