Terni Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Rinascita cinematografica: il ritorno di ‘The Dreamers’ di Bertolucci

Un viaggio nel tempo con la versione restaurata del film cult, riscoprendo la rivoluzione culturale del 1968

Il capolavoro cinematografico “The Dreamers” di Bernardo Bertolucci, celebre per aver dato impulso alle carriere di attori del calibro di Louis Garrel, Eva Green e Michael Pitt, ritorna sul grande schermo. Grazie al lavoro di restauro effettuato dal laboratorio L’Immagine Ritrovata della Cineteca di Bologna e con il supporto della Fondazione Bernardo Bertolucci, il film sarà proiettato al Cinema Politeama Lucioli nelle date del 9 e 10 gennaio.

Gli appassionati di cinema avranno l’occasione di immergersi in questa esperienza cinematografica alle ore 20:45, con un’introduzione curata da Sentieri del Cinema, seguita dalla proiezione del film.

“The Dreamers” rappresenta una delle opere più intimamente autobiografiche di Bertolucci, esplorando la natura del cinema non solo come forma d’arte, ma come una realtà più viva e tangibile di quella quotidiana. Ambientato nella Parigi del 1968, un periodo segnato da ferventi movimenti di protesta, specialmente presso la Cinémathèque Française, il film intende trasmettere alle nuove generazioni l’essenza di quella passione travolgente per il cinema che ha segnato e formato giovani cinefili. La pellicola si pone come un viaggio affettivo e formativo, attraverso il difficile transito verso l’età adulta.

Allo stesso tempo, “The Dreamers” si distingue come l’opera più politicamente carica e personalmente significativa di Bertolucci. Il film cattura l’essenza rivoluzionaria e utopistica degli anni Sessanta, un’epoca di sogni incontaminati e di resistenza, particolarmente preziosa e rischiosa in momenti di grandi cambiamenti sociali e in tempi bui privi di giustizia, come quelli attuali.

Bernardo Bertolucci ha affermato che il film è rivolto principalmente ai giovani che non hanno vissuto quell’epoca, esprimendo il desiderio di poterli trasportare indietro nel tempo. Con “The Dreamers”, il regista non mirava a un semplice racconto storico, bensì a ispirare le nuove generazioni, sottolineando l’importanza della ribellione in ogni tempo. Il film mette in evidenza un’epoca caratterizzata da un amalgama di emozioni, un mix di cinema, sesso e rock’n’roll, dove la politica si intrecciava con la libertà personale.

La versione che verrà presentata è quella originale, accompagnata da sottotitoli.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'evento di celebrazione del Corriere dell'Umbria diventa un palcoscenico per i ricordi del campione motociclistico....
La chiesa di San Francesco ospiterà un evento significativo dedicato alla preghiera per le vocazioni...

Altre notizie

Terni Tomorrow