Terni Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Sostanze psicotrope e droghe nascoste: l’identikit dello sballo Under 25

L'analisi presentata dalla dottoressa Rapaccini alla conferenza internazionale di Abu Dhabi: il dark web facilita l'accesso per l'acquisto

Durante la Conferenza internazionale sulle nuove sostanze psicoattive, tenutasi ad Abu Dhabi dall’6 all’8 novembre e promossa dalla Issed (Società Internazionale sullo Studio di Droghe Emergenti), la dottoressa Valentina Rapaccini, neuropsichiatra infantile presso la Usl Umbria 2, ha presentato uno studio collaborativo con il Dipartimento delle Dipendenze concentrandosi in particolare su Terni.

La dottoressa Rapaccini ha iniziato specificando che i dati presentati sono preliminari e attualmente in fase di elaborazione. Ha evidenziato l’impatto significativo della pandemia da Covid-19 sui comportamenti di consumo di droghe, in particolare tra le nuove generazioni. Secondo la Relazione europea sulla droga del 2022, i problemi legati alle droghe in Europa sono diventati più complessi.

Le risultanze del rapporto

Rapaccini ha sottolineato come le nuove tecnologie di mercato abbiano determinato un aumento della disponibilità e della diversità delle sostanze psicotrope, spesso commercializzate come “droghe legali”, “prodotti chimici di ricerca” e “integratori alimentari”, nonostante i loro pericolosi effetti collaterali. L’accesso facilitato al mercato web, compreso il dark web e il deep web, ha contribuito a questa tendenza.

La dottoressa ha enfatizzato l’importanza di un approccio multidisciplinare per affrontare il fenomeno in aumento tra i giovani. Diversi professionisti, tra cui clinici, ricercatori, medici e scienziati, possono offrire prospettive diverse e contribuire a sviluppare strategie efficaci. I dati raccolti hanno evidenziato una disparità di genere nei pazienti assistiti dal Dipartimento delle Dipendenze Usl Umbria 2, con una predominanza maschile, ma anche un aumento della popolazione femminile tra i giovani.

Le sostanze più utilizzate includono eroina, cocaina e cannabinoidi, con un aumento del consumo di cannabinoidi tra gli adolescenti. Questi dati indicano un maggiore coinvolgimento della popolazione femminile nell’abuso di sostanze psicotrope, contrariamente al trend precedente. Allargando il campo, sulle specifiche sostanze utilizzate dalle persone che ricevono assistenza dal Dipartimento delle dipendenze presso l’Usl Umbria 2, tra il 2019 e il 2023, le sostanze principali in ordine di prevalenza sono eroina, cocaina e cannabinoidi. Tuttavia, tra gli adolescenti sotto i 25 anni, i cannabinoidi sono la sostanza più frequentemente utilizzata, seguita da cocaina ed eroina. In un’analisi più dettagliata emerge che, sempre considerando l’intervallo quinquennale 2019-2023, tra gli adolescenti più giovani sotto i 25 anni, si verifica un incremento relativo nel consumo di cannabinoidi, cocaina, allucinogeni, ketamina.

Strategie di riduzione del danno

Per contrastare questo fenomeno, vengono adottate strategie di “harm reduction”, che comprendono informazione, progetti formativi nelle scuole, screening e collaborazione con le forze dell’ordine e i servizi antidroga per monitorare e affrontare il problema in modo coordinato.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Momenti di terrore nel paese dell'alto orvietano: l'uomo si era barricato in una stanza e...

Altre notizie

Terni Tomorrow