Terni Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Comune, centrosinistra all’attacco: “Bandecchi diffama Terni ed i ternani, si dimetta”

Conferenza stampa congiunta di Pd, M5S, Alleanza Verdi Sinistra e Psi: "Emergenza democratica e chiacchiere per coprire assenza sui grandi temi"

A palazzo Spada, gli esponenti del centrosinistra ternano, rappresentati da PD, M5S, Partito Socialista Italiano, Sinistra Italiana, Europa Verde e Alleanza Verdi Sinistra, hanno tracciato un bilancio di 6 mesi di lavoro della Giunta Bandecchi ed hanno espresso forte preoccupazione per la situazione politica e amministrativa della città. Il messaggio principale, sottolineato da Francesco Filipponi, Maria Grazia Proietti, Claudio Fiorelli, Giuseppe Chianella e Federica Porfidi, punta su una “emergenza democratica” e l’assenza di dialogo in città.

Francesco Fillipponi sottolinea “L’iniziativa di oggi ha voluto lanciare un messaggio forte da parte del centrosinistra unito. Tutte le forze politiche di centrosinistra, a partire dal Partito democratico hanno voluto dimostrare il proprio dissenso dagli insulti e dalle offese del Sindaco. Chiediamo rispetto e pacificazione nel confronto dialettico con le minoranze. Nelle prossime settimane assumeremo tutte le iniziative che riterremo utili sui temi più importanti, a partire dal welfare, dall’ambiente, dai trasporti, dalla scuola e dallo sviluppo economico sostenibile”

Pierluigi Spinelli ha evidenziato l’assenza di momenti di dialogo e ha criticato l’approccio dell’amministrazione comunale riguardo la questione della pubblica illuminazione, contestando l’adesione a Consip come unica soluzione applicabile. Francesca Arca ha chiesto le dimissioni del sindaco, definendo il suo comportamento “indegno” e accusandolo di usare il ruolo per propaganda elettorale.

Claudio Fiorelli ha espresso preoccupazione per gli atteggiamenti autoritari nell’amministrazione, avvertendo: “Le dittature nascono perché si sottovalutano atteggiamenti del genere. Un modo violento di presentarsi genera violenza. Ternani, attenzione, poi non fate i finti tonti perché non si possono scaricare le responsabilità sugli altri”. Il capogruppo M5S sottolinea poi come Bandecchi non dato risposte sui grandi temi – su tutti i canoni idrici – e sl fatto che sia una “caricatura” usata come distogliere dalla mancanza di prospettive sui grandi temi

Maria Grazia Proietti, sempre del Pd, è intervenuta sia sul tema dei consiglieri “disoccupati”, sia sulle affermazioni relative alle donne, suggerendo una migliore “educazione affettiva”in quanto “non è l’uomo della strada che parla ma il sindaco”. Giuseppe Chianella del Psi sottolinea la necessità di ritrovare una etica pubblica ed il rispetto degli avversari politici: “Stiamo vivendo quasi in un film”. Infine Francesca Porfidi di Alleanza Verdi Sinistra  sottolinea come Bandecchi debba dimettersi: “Terni non merita un sindaco padre padrone, diffama la città e i ternani”.

Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il sindaco torna a sollecitare in forma ufficiale il pagamento delle spettanze all'Ente: nuova missiva...
Il primo cittadino durante il consiglio comunale va all'attacco dell'ex assessore di Fdi che replica:...

Altre notizie

Terni Tomorrow