Terni Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Terni segna un triste primato: massimo storico di decessi nel 2022

Superato il numero record di millecinquecento morti, la città affronta una preoccupante crisi demografica

L’analisi recente sullo stato demografico di una città specifica rivela una tendenza preoccupante relativa alla popolazione. Secondo un rapporto ufficiale, si è registrata una significativa diminuzione del numero di abitanti. Al 1° gennaio 2023, la popolazione era di 108.630 persone, circa 5.000 in meno rispetto al 2010. La distribuzione per genere mostra che le donne costituiscono il 52,6% della popolazione, con una differenza tra i sessi in calo (57.106 donne contro 51.524 uomini). I cittadini stranieri residenti ammontano a 14.059, pari al 12,9% della popolazione totale, con un incremento di oltre 500 persone nell’ultimo anno, prevalentemente nella componente maschile.

Per quanto riguarda le nascite, nel 2023 sono nati 572 bambini da residenti locali, 67 in meno rispetto al 2021, segnando un calo dell’11% in un solo anno. Questo è il numero più basso di nascite mai registrato, con i nati nel 2022 che rappresentano solo un terzo rispetto al periodo del baby boom, nonostante una popolazione totale simile. Questo declino è attribuibile a vari fattori, tra cui il calo a lungo termine della natalità iniziato negli anni ’90, la diminuzione del numero di coppie e matrimoni, e un cambiamento nelle dinamiche sociali.

Si osservano anche dinamiche sociali aggiuntive, come la minor inclinazione a procreare e il ritardo nell’età della maternità. L’età media al parto è in continuo aumento a Terni, attualmente oltre 33 anni per le madri italiane e 30 per le straniere. Si sta verificando una riduzione costante di donne in età riproduttiva, con quasi 5.000 “potenziali madri” in meno rispetto a quindici anni fa. La diminuzione delle bambine di età compresa tra 0 e 15 anni preannuncia un probabile proseguimento del calo delle nascite, nonostante un leggero incremento delle nascite nei primi nove mesi del 2023 a Terni, specialmente tra i neonati italiani.

Un altro dato significativo del 2022 è stato l’aumento del numero di decessi, che ha superato per la prima volta le 1.500 unità (1.540), oltre 100 in più rispetto al 2021. Questo aumento potrebbe essere parzialmente attribuito agli effetti post-pandemici. Il saldo naturale, la differenza tra nascite e morti, si avvicina a quota mille. Con questo trend, si è lontani dai valori necessari per un adeguato ricambio generazionale. Gli effetti positivi dell’ondata migratoria del primo decennio del secolo stanno venendo annullati dal calo naturale della popolazione.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il sindaco torna a sollecitare in forma ufficiale il pagamento delle spettanze all'Ente: nuova missiva...
Il primo cittadino durante il consiglio comunale va all'attacco dell'ex assessore di Fdi che replica:...

Altre notizie

Terni Tomorrow