Terni Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Le Cinque Strade dello spaccio: sequestrati 2,5 chili di “fumo”, manette per due ternani

Vasta operazione antidroga dlela Polizia: trovati in un appartamento anche oltre 27.000 euro provento dell'attività illecita

Nella serata di lunedì 4 dicembre, un’operazione della Polizia di Stato, coordinata dal Questore Failla, ha portato all’arresto di due giovani ternani nel quartiere di Borgo Rivo. Questa operazione si inserisce in un ampio piano di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, attuato su tutto il territorio ma con un occhio di riguardo per questa specifica area.

Al centro dell’attenzione la zona delle Cinque Strade, definita dagli “addetti ai lavori” come “zona anti-sbirro” per la sua posizione isolata ma parallela alla strada principale. I residenti, preoccupati dai giri sospetti, avevano segnalato un appartamento sospetto, frequentato da individui estranei al quartiere, i quali utilizzavano una strada normalmente riservata ai residenti.

Grazie all’appostamento della IV Sezione Antidroga della Squadra Mobile, è stato possibile confermare la validità delle segnalazioni. Nel pomeriggio gli agenti hanno visto un’auto con due uomini due uomini avvicinarsi all’abitazione segnalata. Il passeggero, dopo essere entrato e uscito rapidamente dal portone, è stato fermato e trovato in possesso di due cilindri di hashish da 50 grammi ciascuno. ll conducente – risultato completamente all’oscuro dei fatti – ha detto agli agenti che il suo amico gli aveva chiesto di accompagnarlo perché aveva l’auto rotta e di fatto questi era rimasto in auto, ignaro di quello che stava facendo l’altro.

Il passeggero, un trentenne titolare di una ditta edile con un precedente per reati legati a manifestazioni sportive, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio. A seguito di una perquisizione domiciliare, la polizia ha scoperto un laboratorio di confezionamento di stupefacenti, con marijuana di diverse qualità e altri accessori per lo spaccio quali una macchina per confezionare i sacchetti sottovuoto, come per quelle per gli alimenti, e ancora: bilancini, taglierini e un coltello “alla Rambo”. Inoltre è stato rinvenuto anche un tesoretto di 27.4600 euro in contanti, presumibilmente guadagni dell’attività illecita

Complessivamente, sono stati sequestrati due chili e mezzo di stupefacenti: un chilo di marijuana, risultata di qualità superiore e per questo distinta dalle altre, in vasetti in vetro in diverse grammature; altri 4 panetti di hashish per un totale di 420 grammi, più diverse dosi già pronte da 15 e 5 grammi, poi altri 20 cilindri per 1,050 grammi e altri due cilindri per 1 etto e 5 grammi.

Il secondo arrestato, un ventinovenne con precedenti, è stato fermato all’uscita di casa sua. Il Pubblico Ministero ha disposto per entrambi un processo per direttissima. Il Giudice, dopo aver convalidato gli arresti, ha stabilito gli arresti domiciliari per uno e l’obbligo di firma per l’altro. La droga sequestrata, acquistata in parte da uno dei due arrestati per 200 euro a cilindro, avrebbe fruttato, una volta suddivisa per essere venduta sul mercato, poco meno di 50.000 euro.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il sindaco torna a sollecitare in forma ufficiale il pagamento delle spettanze all'Ente: nuova missiva...
Il primo cittadino durante il consiglio comunale va all'attacco dell'ex assessore di Fdi che replica:...

Altre notizie

Terni Tomorrow