Terni Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Accordo di programma Arvedi-Ast, i sindacati: “Fare squadra, è in ballo il futuro”

In una nota congiunta, le segreterie nazionali di Fim, Fiom e Uilm chiamano le istituzioni: "Nel pianoscelte strategiche per la siderurgia del Paese come l’idrogeno, si lavori per garantire anche sviluppo occupazionale"

Le rappresentanze sindacali nazionali di Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil hanno emesso un comunicato congiunto, relativamente all’inizio delle trattative per la stipula dell’accordo di programma per Arvedi AST. L’incontro recente ha segnato l’avvio di un dialogo incentrato sugli investimenti, che proseguirà fino alla definizione formale dell’accordo.

Durante la riunione, l’azienda ha riaffermato l’impegno a investire nello stabilimento di Terni, con l’obiettivo di mantenere i livelli occupazionali e di elaborare un piano per l’ambiente. “Parte degli investimenti – scrivono i sindacati -sarà destinata al miglioramento degli impianti esistenti e alla realizzazione di nuovi impianti tecnologicamente avanzati, con un’attenzione particolare all’utilizzo dell’idrogeno al posto del gas. Questo passaggio tecnologico posizionerà lo stabilimento di Terni in una posizione di primo piano rispetto ai concorrenti europei.

Arvedi ha inoltre pianificato un considerevole investimento in sicurezza e in azioni per la tutela ambientale dello stabilimento. Tuttavia, due fattori cruciali mancano attualmente per la definizione dell’accordo: un costo competitivo dell’energia, che attualmente penalizza le imprese italiane ad alto consumo energetico rispetto ad altri produttori europei, e la risoluzione della questione legata alla gestione della discarica”-

La chiamata alle istituzioni

Nella nota si sottolinea poi come “le istituzioni a livello europeo, nazionale e locale sono attualmente al lavoro per risolvere queste questioni nel più breve tempo possibile, al fine di avviare gli investimenti e concludere l’Accordo di Programma di Terni. Anche le opere infrastrutturali attese da anni saranno essenziali per aumentare la competitività di AST e per lo sviluppo dell’intera area interessata”

Fim, Fiom e Uilm sottolineano l’importanza di AST come centro produttivo cruciale per l’economia locale e nazionale, e il potenziale di diventare un modello di sostenibilità ambientale. Le parti ritengono che “il confronto in corso sul piano industriale debba basarsi su relazioni sindacali equilibrate e fondamentali per il futuro dello stabilimento, mirando sia a sostenere il piano di investimenti sia a partecipare attivamente alla gestione quotidiana in azienda”.

Il dialogo costante con i rappresentanti dei lavoratori, che sono costantemente impegnati sugli impianti, sottolineano le sigle sindacali, “è cruciale per garantire l’adesione a strategie e obiettivi futuri. Le decisioni prese in questo periodo cruciale definiranno non solo il futuro di AST ma anche quello dell’intero settore siderurgico italiano, influenzando il modello di sviluppo economico, le fonti energetiche da privilegiare e le condizioni ambientali del paese. Pertanto, è indispensabile un dialogo aperto e costruttivo tra tutti gli attori coinvolti”

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

La partecipazione di Arvedi AST all'evento è segnata dall'introduzione della nuova immagine corporate del Gruppo,...
All'Hotel Garden l'evento dell'associazione di categoria dedicato alle nuove normative. Stellati: "Superbonus? La fine repentina...
Il bollettino dell'ufficio statistico del Comune segnala un incremento del costo della vita pari al...

Altre notizie

Terni Tomorrow