Terni Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Regione Umbria, ok a Legge di stabilità e bilancio di previsione: tutte le misure

La decisione è stata presa con un bilancio di voti che ha visto 13 membri favorevoli, uno astenuto e cinque contrari. I principali provvedimenti e le parole dell'assessore Agabiti

L’ultima sessione dell‘Assemblea legislativa dell’Umbria ha portato all’approvazione di alcune misure chiave nel quadro della Legge di stabilità regionale 2024 e del Bilancio di previsione per il periodo 2024-2026. La decisione è stata presa con un bilancio di voti che ha visto 13 membri favorevoli, uno astenuto e cinque contrari.

Le misure previste

Tra le principali misure approvate, vi sono sostegni finanziari diretti alle famiglie, inclusi oltre 40 milioni di euro per il bonus bebè, il rimborso delle rette per l’infanzia (0-6 anni), borse di studio per studenti dai 6 ai 18 anni e universitari, voucher per attività sportive e centri estivi. Queste iniziative sono state rese possibili anche grazie al contributo del Fondo sociale europeo, che prevede l’allocazione di 813 milioni di euro all’Umbria nei prossimi anni.

Sul fronte dello sviluppo urbano, è in corso la finalizzazione di un accordo di coesione da 237 milioni di euro, destinato principalmente alla riqualificazione di edifici significativi, come l’ex ospedale di San Florido a Città di Castello, e a investimenti nel polo chimico ternano. Il bilancio regionale mira altresì a rafforzare lo sviluppo economico e la competitività delle imprese locali.

Per le elezioni regionali previste alla fine del prossimo anno, sono stati stanziati 3,2 milioni di euro. L’Umbria contribuisce anche con 3,4 milioni di euro annuali alla finanza pubblica, con un incremento previsto di 6,2 milioni per il 2024. Inoltre, sono previsti 50 milioni di euro come contributi alle Regioni per investimenti, che per l’Umbria si traducono in 980mila euro destinati a opere pubbliche e interventi di viabilità.

Nel settore dei trasporti e della viabilità, il 2024 vedrà un incremento di 6 milioni di euro per il trasporto pubblico locale, 500mila euro per il Minimetrò e 525mila euro per l’abbonamento annuale agevolato agli studenti universitari. Sono confermati 3 milioni di euro all’anno alle Province per la manutenzione delle strade regionali e 1 milione per le altre strade, oltre a 4 milioni di euro per l’aeroporto San Francesco d’Assisi.

Per il turismo, è previsto un aumento di 300mila euro nel 2024 per la promozione. Le politiche culturali riceveranno incrementi vari, tra cui 50mila euro in più per lo spettacolo, le biblioteche, il sistema museale e le manifestazioni storiche, e 150mila euro per l’istituto musicale Briccialdi di Terni.

In agricoltura, sono previsti aumenti di finanziamento per fiere, mostre e manifestazioni, nonché sostegni alla filiera delle carni selvatiche, al piano forestale regionale, alle associazioni degli allevatori e alla pesca professionale.

Il settore sociale beneficerà di un rifinanziamento di 250mila euro per l’invecchiamento attivo e aumenti per il contributo alla Fondazione Umbria contro l’usura e il fondo per la non autosufficienza. In ambito sanitario, sono previsti 500mila euro per gli indennizzi ai soggetti danneggiati da emoderivati e un cofinanziamento per il programma di edilizia sanitaria e ammodernamento tecnologico del patrimonio sanitario pubblico.

Nello sviluppo economico, si nota un rifinanziamento di 50mila euro per l’artigianato, aumenti per le Unioni dei Comuni, premi per s’Sagra eccellente dell’Umbria’, 70mila per la cooperazione.
Per ambiente e territorio 100mila sono per la manutenzione del demanio idrico regionale e 1,5 milioni per la manutenzione straordinaria dei corsi d’acqua del reticolo idrogeologico regionale.
Per il rilancio degli investimenti pubblici sono confermati 15,4 milioni nel 2024 e 14,6 milioni nel 2025 a cui si aggiungono 574mila euro nel 2024, 1,6 milioni nel 2025 e 7 milioni nel 2026. Per tutti gli investimenti ci sono 4,1 milioni all’anno. Confermato per l’agricoltura il cofinanziamento del Psr 2024 per gli investimenti e le aziende agricole umbre.

Le parole dell’assessore

“Questo bilancio rappresenta un continuo impegno verso l’innovazione, la crescita e il cambiamento, mantenendo allo stesso tempo la stabilità finanziaria senza aumentare il carico fiscale sui cittadini,” ha dichiarato l’assessore al bilancio Paola Agabiti.

L’assessore ha sottolineato come il bilancio rifletta una visione complessiva e integrata delle diverse necessità della regione. “Abbiamo adottato un approccio innovativo nella gestione delle risorse, che ci ha permesso di mantenere l’equilibrio finanziario pur supportando famiglie e imprese,” ha aggiunto Agabiti.

Particolare enfasi è stata posta sull’efficacia dell’integrazione tra le diverse fonti di finanziamento, includendo fondi regionali, nazionali, comunitari e del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). “Questo coordinamento ha permesso una razionalizzazione della spesa e un utilizzo più efficace dei fondi disponibili,” ha spiegato l’assessore.

Agabiti ha poi illustrato come la regione sia riuscita a liberare risorse attraverso una gestione più efficiente, enfatizzando il cofinanziamento dei fondi europei e l’impatto positivo di queste scelte sul bilancio regionale. “Per la prima volta, nel 2023, abbiamo potuto cofinanziare rapidamente i fondi europei con 33 milioni di euro,” ha riferito.

Inoltre, l’assessore ha evidenziato il cambiamento nell’uso del fondo di coesione, passando da una spesa corrente a una pianificazione dello sviluppo a lungo termine. Ha ricordato le sfide iniziali incontrate nel 2020, come il “buco” di 24 milioni di euro nei trasporti, ora risolto, insieme ai problemi con le province.

Infine, Agabiti ha delineato le linee guida della manovra finanziaria attuale, che includono la conservazione della pressione fiscale, il rafforzamento del sostegno alle famiglie, l’incremento degli investimenti e una programmazione finanziaria attenta. “Abbiamo anche dato una spinta significativa agli investimenti pubblici, con un incremento di oltre 30 milioni di euro,” ha concluso l’assessore, enfatizzando gli sforzi compiuti per una gestione efficiente e coordinata delle risorse.

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Sabato 9 evento al Valentino con Gozzi di federacciai ed altri esponenti della Filiera. Spinelli...
Il segretario Uil Molinari: "Basta con i subappalti, il nuovo codice ha peggiorato le cose....

Altre notizie

Terni Tomorrow