Terni Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Sicurezza, ancora schermaglie. Forza Italia: “Uno scippo al giorno, i vigilantes di Bandecchi inutili”

Il capogruppo azzurro all'attacco: "In 10 mesi di amministrazione, solo commedia tragicomica. Vicenda Ztl su tutti. Sindaco smetta la campagna elettorale"

Ancora la sicurezza nel mirino.  Stavolta a “sparare” è Francesco Ferranti, capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale, che prendendo spunto dalla vicenda del giovane preso a bottigliate per aver resistito ad una rapina scrive: “I  vigilantes privati messi in campo dal comune, tutto personale non addestrato a svolgere in attività di tutela dell’ ordine pubblico, come si temeva non garantiscono la sicurezza dei nostri concittadini. Preoccupa che il concorso per assumere 20 vigili urbani sia stato sospeso per errori amministrativi della giunta comunale. Nel contempo Terni è  sempre meno sicura e si registra uno scippo al giorno”.

L’esponente azzurro, peraltro, nei giorni scorsi era tornato ad attaccare Bandecchi anche sulla vicenda stadio-clinica, sempre via social: “Sarebbe tempo che la serenità Pasquale che auspichiamo a tutti, freni gli annunci propagandistici di una amministrazione che anziché amministrare Terni, utilizza la città come palcoscenico per far campagna elettorale a Trento, .piuttosto che a Livorno o per le regionali. In 10 mesi hanno tentato due provvedimenti, ovvero l’ esternalizzazione della pubblica illuminazione in barba ai danni che ne sarebbero derivati per Asm (che è partecipata pubblica) ed il nuovo regolamento della ZTL cittadina:  entrambi finiti in tragicommedia”.

E ancora: “Nel leggere l’assessore Giovanni Maggi che fa riferimento alla volontà dell’intera città in relazione al progetto stadio-clinica, nessuno come lo scrivente può sottolineare che la città tutta auspica il concretizzarsi di questo progetto,” afferma Ferranti, rimarcando l’importanza della dichiarazione d’interesse pubblico votata dal consiglio comunale.

Ferranti prosegue evidenziando l’importanza di una nuova infrastruttura sportiva e di una clinica privata convenzionata, viste come opportunità per migliorare i servizi sanitari e sportivi a disposizione dei cittadini. “La sinergia tra sanità pubblica e privata è sempre più un’opportunità da cogliere nell’interesse dei cittadini utenti,” sottolinea, invitando l’assessore e la giunta a limitare i proclami pubblicitari fino alla concretezza delle realizzazioni.

Il suo intervento non si ferma qui. Ferranti mette in luce le difficoltà amministrative e le contraddizioni che hanno caratterizzato la gestione delle iniziative comunali, sottolineando come molte di queste siano rimaste “nell’etere” per errori amministrativi, impossibilità legali o conflittualità d’interesse. Citando esempi specifici, dal caso della proprietà della Ternana Calcio (“Il sindaco Bandecchi resta proprietario della Ternana secondo il parere legale dell’avvocato Corridore e poi la vende”), alle promesse non mantenute in ambito energetico e di trasporto pubblico (“Otterremo da Enel bollette gratis per tutti, ma tutti le paghiamo”), fino alla gestione della pubblica illuminazione.  Ferranti dipinge un quadro di promesse eluse e di annunci prematuri” “È stato portato in Consiglio l’atto amministrativo per esternalizzare la pubblica illuminazione con procedura Consip, poi ritirato d’imperio dal sindaco che ha smentito la sua giunta e in particolare l’assessore Maggi. Aggiungerei l’annuncio sulla prossima fine della raccolta differenziata che, ovviamente, non è stata invece toccata”, conclude.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il sindaco torna a sollecitare in forma ufficiale il pagamento delle spettanze all'Ente: nuova missiva...
Il primo cittadino durante il consiglio comunale va all'attacco dell'ex assessore di Fdi che replica:...

Altre notizie

Terni Tomorrow