Terni Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Fitofarmaci, Confagricoltura Umbria plaude al voto europeo

Rossi: "In Umbria con l’obiettivo di contenere le avversità fitosanitarie e climatiche si sta radicando l’esperienza del Progetto Smartmeteo"

Confagricoltura Umbria saluta positivamente il recente voto dell’Assemblea plenaria del Parlamento europeo, che ha visto i parlamentari europei italiani sostenere la loro posizione contro la proposta della Commissione europea di ridurre del 50 percento l’uso dei fitofarmaci. Questo voto apre la strada a una nuova era per l’agricoltura, con un equilibrio tra sostenibilità ambientale e mantenimento del potenziale produttivo.

Fabio Rossi, presidente di Confagricoltura Umbria, evidenzia l’importanza dell’innovazione e della ricerca nel settore. “I produttori devono affrontare i cambiamenti climatici e le politiche ambientali, rendendo indispensabili servizi efficaci per la resilienza delle imprese in un contesto in evoluzione,” afferma Rossi. L’obiettivo è di ridurre l’uso della chimica nei processi produttivi, favorendo risorse naturali e biodiversità, senza però adottare impostazioni ideologiche.

L’Umbria si muove lungo le direttrici della sostenibilità, come dimostrato dal Progetto Smartmeteo. Questo progetto mira a ridurre l’uso dei fitofarmaci nelle colture regionali principali (vite, olivo, cereali a paglia) attraverso la gestione delle avversità fitosanitarie e climatiche.

Rossi sottolinea l’importanza della scienza in agricoltura. “Gli agricoltori sono chiamati a produrre cibo in modo sicuro, salutare e sostenibile, rispettando normative globali e alti standard ambientali,” dichiara Rossi. È essenziale, secondo lui, che le nuove tecniche genomiche di evoluzione assistita vengano integrate nell’ordinamento comunitario.

Confagricoltura Umbria ha già intrapreso azioni concrete in questa direzione, come dimostra il protocollo firmato con l’Università per la sperimentazione. “Abbiamo già ridotto l’uso di fitofarmaci e pesticidi,” afferma Rossi, sottolineando l’importanza di un’azione coordinata tra agricoltori, mondo della ricerca e istituzioni per sostenere le imprese agricole nel loro percorso verso la sostenibilità, garantendo al contempo un reddito equo.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Altre notizie

Terni Tomorrow