Terni Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Fondazione Carit, nel 2023 oltre 9 milioni per lo sviluppo del territorio

Tradizionale bilancio di fine anno per Palazzo Montani. Il presidente Carlini: "Anno impegnativo e complesso, ma raggiunti grandi risultati"

Durante la consueta conferenza stampa di fine anno, il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni, Luigi Carlini, ha tracciato un bilancio positivo dell’attività svolta nel 2023, sottolineando il successo nel mantenere il trend erogativo e nell’attuazione di importanti interventi. “È stato un anno intenso, impegnativo e complesso,” ha affermato Carlini, “ma la Fondazione ha raggiunto i propri risultati grazie al lavoro di professionisti esperti e al sostegno del Consiglio di Amministrazione, del Comitato di indirizzo e del Comitato investimenti.”

Carlini ha illustrato le erogazioni fatte nel 2023, con interventi per oltre 9 milioni di euro nei sei settori di attività, a fronte di una previsione di 11 milioni. Ha inoltre sottolineato che dal 2016, anno in cui ha assunto la presidenza, sono stati deliberati 67,7 milioni di euro in favore del territorio per progetti e iniziative pluriennali. Il patrimonio netto della Fondazione è cresciuto da 196.344.044 euro nel 2016 a 230.444.911 euro nel 2022.

Tra le iniziative più rilevanti, la Fondazione ha avviato i lavori di rifacimento delle facciate e di sostituzione degli infissi di palazzo Morelli, acquistato nel 2022. Inoltre, ha programmato il restauro degli spazi interni e il ripristino degli impianti per restituire alla comunità uno spazio pubblico per eventi socio-culturali.

Nell’ambito delle attività istituzionali, la Fondazione ha operato principalmente attraverso bandi e iniziative proprie. Nel 2023, sono stati pubblicati 6 bandi per un totale di 3,5 milioni di euro, coprendo vari settori, tra cui sport, musica, welfare e sostegno alle associazioni senza scopo di lucro.

Tra le iniziative proprie, spiccano il sostegno ai Campionati mondiali di scherma paralimpica, la manutenzione straordinaria dell’Anfiteatro romano di Terni e il recupero della piazza Garibaldi a Narni. La Fondazione ha anche contribuito significativamente alla realizzazione del PalaTerni e sostenuto vari eventi sportivi, culturali e musicali, tra cui Umbria Jazz Weekend.

Nel settore della sanità pubblica, la Fondazione ha deliberato un contributo di 2 milioni di euro per l’Azienda ospedaliera “Santa Maria” di Terni per l’acquisto di nuove apparecchiature.

Il Presidente Carlini ha anche evidenziato il ruolo della Fondazione nel recupero e valorizzazione dei beni storico-artistici, citando il restauro di opere d’arte a Terni e Narni e l’organizzazione di eventi culturali, tra cui la mostra “Amarsi. L’amore nell’arte da Tiziano a Bansky”.

In conclusione, Carlini ha espresso gratitudine verso il Consiglio di Amministrazione, il Collegio sindacale, il Comitato di indirizzo, i Soci, e lo staff della Fondazione, per l’impegno e la dedizione mostrati. Ha inoltre presentato il numero 1 della rivista “Genius loci”, un progetto editoriale per veicolare l’attività istituzionale della Fondazione.

La Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni emerge così come un pilastro fondamentale per lo sviluppo e il benessere della comunità locale, promuovendo una cultura di sostegno e crescita in diversi ambiti della vita sociale, culturale ed economica del territorio.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il popolare programma di Rai 1 ha dedicato un'intera puntata alle località del ternano passando...
La nota del sindacato sottolinea come circa 400 aziende operano sotto contratto con Ast, ma...

Altre notizie

Terni Tomorrow