Terni Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Orvieto, è allarme sicurezza: ancora sassi dalla rupe sulle auto in sosta

Nuovi lanci di pietre verso il parcheggio della Madonna del Velo. Caccia ai responsabili, con ogni probabilità ragazzi di buona famiglia

Il parcheggio Madonna del Velo si è trasformato in uno degli epicentri di un fenomeno inquietante che sta turbando la quiete di Orvieto: il lancio di pietre contro le auto in sosta. Questa pratica, che ha visto numerose segnalazioni, non si limita a un’area specifica ma sembra diffondersi in tutta la cittadina.

Recentemente, due giovani, già noti alle autorità, sono stati identificati come responsabili di questi atti vandalici. Nonostante i provvedimenti adottati nei loro confronti, la situazione non sembra migliorare. Voci tra i cittadini suggeriscono che la banda responsabile sarebbe più numerosa e comprenderebbe figli di famiglie ben note nella comunità. Tuttavia, la reazione delle autorità appare insufficiente agli occhi di chi continua a segnalare nuovi episodi.

Il fenomeno ha raggiunto un picco di gravità quando, alcune settimane fa, un blocco di cemento è stato lanciato dalla Rupe e con buona probabilità, gli autori del gesto sono gli stessi. Questo atto ha sollevato una forte preoccupazione per la sicurezza pubblica, oltre ai danni materiali alle vetture. “Si tende a definire queste azioni come bravate, ma è ora di prendere coscienza del pericolo reale che rappresentano per l’incolumità delle persone”, afferma un cittadino preoccupato. “Rischiano di uccidere o rendere invalido qualcuno, e questo è incommentabile.”

In città, però, c’è chi cerca di fornire spiegazioni alternative a questi atti di vandalismo, tirando in ballo filosofi e psicologi. Ma per molti, questa non è altro che una forma di giustificazione, un atteggiamento che viene visto come complice del problema. “Chi giustifica è complice”, è il sentimento diffuso tra chi subisce questi atti di vandalismo e teme per la propria sicurezza. La comunità di Orvieto, pertanto, attende risposte concrete e azioni efficaci per arginare questo fenomeno prima che possano verificarsi conseguenze ancora più gravi.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Momenti di terrore nel paese dell'alto orvietano: l'uomo si era barricato in una stanza e...
Una rivisitazione audace e stellata del classico piatto italiano illumina Narni...

Altre notizie

Terni Tomorrow