Terni Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

La Lega rilancia sul ternano: “Completamento delle infrastrutture per uscire dall’isolamento”

Nel direttivo regionale del partito, l'assessore Melasecche ha illustrato i progetti in corso: "Risposte concrete ai limiti strutturali e infrastrutturali dell’Umbria dopo anni di isolamento causati dalla sinistra"

Le sfide nel ternano, dove sono avviati molti progetti ma che ha visto il partito perdere la rappresentanza, ma anche le prossime elezioni amministrative e gli importanti risultati ottenuti dalla giunta Tesei nel comparto delle infrastrutture che stanno delineando “l’uscita dall’isolamento della Regione Umbria causato da anni di immobilismo della sinistra”. Questi gli argomenti al centro del Direttivo regionale della Lega Umbria allargato agli amministratori. Presente il segretario regionale Riccardo Augusto Marchetti, la presidente Donatella Tesei, l’assessore Enrico Melasecche, i coordinatori locali e provinciali del partito.

Le parole di Marchetti

Il segretario Marchetti, sottolinea come il partito abbia voglia di affermarsi “nei territori dove governa la sinistra tra litigi interni e una visione della realtà totalmente distante dalle vere esigenze dei cittadini” e di riconfermarsi dove invece il partito ed il centrodestra governano. Da qui partirà un tour per la Regione per promuovere il partito.

Le azioni infrastrutturali sul ternano

Le grandi infrastrutture sono ovviamente il focus centrale dell’assessore al ramo, Enrico Melasecche: “ In questi anni si è inaugurata una nuova stagione che, grazie al lavoro sinergico di Regione e Ministero delle Infrastrutture guidato da Matteo Salvini, sta dando delle risposte concrete ai limiti strutturali e infrastrutturali dell’Umbria dopo anni di isolamento causati dalla sinistra”, ha detto, citando poi anche alcuni esempi nel ternano: “Sulla Tre Valli sta per partire il cantiere da Baiano a Fiorenzuola e c’è il progetto per l’ultimo tratto di 7 chilometri di galleria che ci consentirà di collegare l’intera Valnerina e Spoleto verso la E45. È stato inviato a Roma il progetto della variante sud-ovest di Terni, abbiamo finanziato la variante di Castiglione del Lago e la complanare di Orvieto”.

Terni al centro anche a livello ferroviario: “Entro  il 2026 con fondi Pnrr ci sarà la riapertura totale da Terni a Sansepolcro. Sulla Orte – Falconara concluderemo un cantiere aperto 20 anni fa per il raddoppio della tratta Campello – Spoleto”.

Marchetti ha poi annunciato la presenza di Salvini prossimamente sul territorio, per consolidare gli obiettivi, visto anche che la Tesei sarà la candidata del centrodestra a Palazzo Donini anche per la prossima consiliatura.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Asfalterni prende le redini del progetto da 680.000 euro per migliorare la mobilità e ridurre...

Altre notizie

Terni Tomorrow