Terni Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Accorpamento scolastico, i sindaci di Montecastrilli, Sangemini, Avigliano e Acquasparta: “Bene il rinvio”

Nota congiunta dei quattro primi cittadini dopo l'esclusione delle loro scuole dal provvedimento: "Tutelati i territori, ora stop a polemiche".

L’adozione della delibera regionale in Umbria, che riguarda il riordino e la fusione delle istituzioni scolastiche, ha suscitato una reazione positiva tra i sindaci di Sangemini, Acquasparta, Montecastrilli e Avigliano Umbro. Essi hanno accolto con favore il rinvio dell’accorpamento dei loro istituti scolastici, almeno per quest’anno.

Riccardo Aquilini, Luciano Clementella, Luciano Conti e Giovanni Montani, in una dichiarazione congiunta, hanno esposto la loro posizione: “La volontà che il dimensionamento non interessi i propri istituti comprensivi in ragione della peculiarità dei loro territori”. Hanno inoltre riferito di aver ricevuto rassicurazioni dalla Regione dopo fruttuosi incontri. Si tratta, questo è bene sottolinearlo, di due sindaci di centro destra (Clementella e Montani), un sindaco di centro sinistra ma con una giunta mista (Conti) e l’esponente di una civica mista (Aquilini).

In particolare, Clementella e Montani hanno aggiunto: “Con le rassicurazioni avute dalla Regione sul dimensionamento scolastico, auspichiamo che possano finalmente cessare le assurde polemiche strumentali cavalcate per meri fini di speculazione politica e fondate sul nulla”. Hanno sottolineato che non ci sono interventi diretti sulle autonomie scolastiche dei loro comuni, grazie a un dialogo continuo con la Regione.

Hanno poi messo in evidenza il supporto ricevuto dalla Regione, con particolare riferimento alle risorse destinate alla crescita e allo sviluppo: “Proprio in virtù dell’attenzione di questa amministrazione regionale, siamo stati recentemente riconosciuti area interna e per questo destinatari di specifiche risorse regionali, nazionali e comunitarie per sviluppare, qualificare ed efficientare i servizi, tra cui anche la scuola”.

Infine, hanno criticato le manipolazioni politiche sull’argomento, definendole “povere di senso, molto scorrette e del tutto inopportune”. Hanno concluso affermando: “La verità verrà fuori e si dimostrerà anche questa volta a chi veramente sta a cuore la formazione dei nostri ragazzi e chi invece vuole solo incendiare per difendere posizioni di rendita e riproporsi sulla scena”.

Le parole della Lega

Sulla questione del riordino scolastico in Umbria, si sono espressi anche Federica Montagnoli, Assessore alla Scuola del Comune di San Gemini, e Ambra Giacomelli, presidente del Consiglio Comunale di San Gemini, entrambi della Lega.

Montagnoli e Giacomelli hanno evidenziato l’impegno congiunto di sindaco, amministratori, partiti politici di centrodestra, personale scolastico e famiglie del territorio nel rappresentare le preoccupazioni della comunità. “Si conclude positivamente un percorso svolto in continuo contatto con la Regione, con i docenti e con i rappresentanti dei genitori di San Gemini del Consiglio d’istituto, in cui abbiamo ragionato insieme alla giunta Tesei della non opportunità dell’accorpamento sulla base di valide motivazioni che hanno trovato ampia condivisione”, hanno dichiarato.

Hanno sottolineato che l’obiettivo è stato sempre quello di difendere l’eccellenza della scuola di San Gemini, il lavoro dei docenti e del personale Ata, e garantire un’educazione di qualità per bambini e ragazzi. Inoltre, hanno espresso gratitudine alla giunta Tesei e alla Lega, ringraziando in particolare Valeria Alessandrini, vice segretario regionale e responsabile del dipartimento istruzione, Riccardo Augusto Marchetti, segretario regionale, e David Veller, segretario provinciale, per il loro sostegno in questo processo.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Si vota l'8 e 9 Giugno. Umbria nella circoscrizione Italia Centrale con Lazio, Toscana e...

Altre notizie

Terni Tomorrow