Terni Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Violenze in carcere, Fp Cgil: “A rischio sicurezza degli agenti, si intervenga”

In una nota il sindacato ha ribadito la necessità di tutelare il personale, ormai esposto al rischio ogni volta, in considerazione dell'escalation di violenze e risse. Pronta una protesta

L’escalation di tensioni e violenze all’interno del carcere di Terni, ultima delle quali la rissa con aggressione all’olio bollente agli agenti, ha stimolato una reazione decisa da parte della Fp Cgil di Terni. Il sindacato ha espresso forte preoccupazione per la sicurezza del personale, come emerge dalla loro recente dichiarazione: “È essenziale proteggere non solo i diritti, ma anche l’incolumità fisica dei lavoratori nella Casa Circondariale”. Questo intervento segue un incidente grave avvenuto il 17 gennaio, quando un recluso ha ferito seriamente il proprio compagno di cella e, durante l’intervento delle forze dell’ordine, ha causato lesioni a due agenti di polizia.

La Fp Cgil ha richiamato l’attenzione su una serie di episodi preoccupanti, sottolineando che “il livello di aggressività tra i detenuti sembra incontrollabile, con conseguenze dirette sul personale”. In un episodio precedente, un lavoratore della Usl è stato minacciato da un detenuto con un passato di comportamenti simili.

Sulla questione delle condizioni di lavoro, il sindacato ha evidenziato la necessità di nuove assunzioni nel settore sanitario del carcere: “È indispensabile lavorare in condizioni dignitose, senza dover sopportare doppi turni o eccessivo stress lavorativo”. Hanno anche ricordato la proposta, finora ignorata, di un incentivo economico per chi lavora nelle strutture carcerarie.

Il sindacato ha inoltre espresso particolare preoccupazione per la situazione specifica del carcere di Terni, affermando: “Ci sono specificità che richiedono interventi immediati, come un aumento del personale e il trasferimento di detenuti particolarmente problematici”. La Fp Cgil ha criticato sia il Provveditorato di Firenze per il trasferimento di detenuti pericolosi a Terni, sia la direzione del carcere per la gestione insufficiente.

In conclusione, la Fp Cgil richiede azioni immediate: “Chiediamo alle autorità competenti di intervenire urgentemente con personale aggiuntivo e trasferimenti necessari per ridurre la popolazione carceraria”. In caso di ulteriore inerzia, il sindacato prevede di aumentare il livello di protesta in difesa dei diritti dei lavoratori. Il parlamentare dem Verini nei giorni scorsi aveva portato la vicenda sul tavolo del ministro Nordio.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'intervista-show con l'attrice e conduttrice, a Terni per presentare il suo libro e raccontare la...
Una squadra della sede centrale di Terni dei Vigili del Fuoco è intervenuta per le...
Incidente venerdì mattina in Strada di Collescipoli, all'incrocio con Via Natta. Le condizioni non sono...

Altre notizie

Terni Tomorrow