Terni Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Ztl, la Confartigianato: “Valutare bene gli impatti delle modifiche effettuate”

Nota dell'associazione artigiana relativamente alla decisione del Comune di aprirla per Natale e di modificare tariffe e permessi: "Coinvolgere sempre le realtà produttive"

La Confartigianato di Terni ha rilasciato una dichiarazione in merito al nuovo regolamento sulla Zona a Traffico Limitato (ZTL) adottato dal Comune, nonché sulla sua apertura sperimentale durante il periodo natalizio. La sperimentazione, originariamente proposta ma non realizzata dalla precedente amministrazione comunale, è ora in corso sotto la guida dell’Amministrazione Bandecchi.

La Confartigianato ha espresso apprezzamento per l’approccio deciso dell’attuale amministrazione, sottolineando che il decisionismo è efficace solo se accompagnato da un ascolto attento e da un’equa composizione degli interessi delle diverse parti coinvolte. L’obiettivo principale è il rilancio della vivibilità urbana e delle prospettive economiche della città, specialmente per le imprese situate nel centro.

Mentre l’amministrazione comunale sta valutando i risultati della sperimentazione, la Confartigianato ha osservato che il successo degli obiettivi dipende da un insieme complesso di fattori che vanno ben oltre la sperimentazione stessa. “Riteniamo positiva l’introduzione delle zone a 30 km/h e l’ampliamento delle aree pedonali, ma è fondamentale considerare attentamente come vengono attuati questi cambiamenti,” hanno affermato i rappresentanti dell’organizzazione.

La Confartigianato ha messo in guardia contro l’adozione di misure restrittive senza implementare sistemi moderni di consegna merci e trasporto acquisti. “Le imprese del centro non possono sopportare una riduzione dell’accessibilità o nuove difficoltà logistiche, né eventuali nuovi oneri per la gestione dei necessari sistemi logistici,” hanno aggiunto.

Per quanto riguarda i permessi di accesso alla ZTL, la Confartigianato accoglie con favore la decisione di limitarne il numero complessivo, pur sottolineando la necessità di preservare l’accesso in caso di effettive necessità. La riduzione dei permessi per persone con disabilità è vista positivamente, purché non riduca l’accessibilità a queste persone, ma limiti solo gli abusi. Tuttavia, la Confartigianato ha espresso preoccupazione per la possibile revoca dei permessi per odontotecnici, che potrebbe complicare la fornitura degli studi dentistici, molto diffusi nel centro città.

Infine, l’organizzazione ha criticato l’aumento degli oneri di rilascio dei permessi, che sta per entrare in vigore, ritenendolo ingiustificato e non proporzionato all’inflazione o alle operazioni di rilascio effettuate dagli uffici comunali. “Un aumento medio superiore al 66% rispetto alla tariffazione precedente, senza una giustificazione adeguata, non appare in linea con gli obiettivi di rilancio della vivibilità e del benessere delle imprese nel centro città,” hanno concluso.

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'intervista-show con l'attrice e conduttrice, a Terni per presentare il suo libro e raccontare la...
Una squadra della sede centrale di Terni dei Vigili del Fuoco è intervenuta per le...
Incidente venerdì mattina in Strada di Collescipoli, all'incrocio con Via Natta. Le condizioni non sono...

Altre notizie

Terni Tomorrow