Terni Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

In Umbria prove di campo largo: “Un patto avanti” si presenta

In un incontro che ha visto la partecipazione di diverse figure politiche, si sono delineate le aree tematiche su cui si concentrerà il progetto, tra cui la salute, l'equità sociale, il lavoro e l'ambiente.

La proposta per un nuovo governo dell’Umbria prende forma. “Un patto avanti”, annunciato nei giorni scorsi si presenta ufficialmente a Perugia, con il sostegno congiunto di Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Alleanza Verdi Sinistra, Psi, movimenti civici, e con l’approvazione del coordinamento regionale di Democrazia Solidale-Demos (presente il segretario politico Mario Giro) che ha aderito proprio in questi giorni. In un incontro che ha visto la partecipazione di diverse figure politiche, si sono delineate le aree tematiche su cui si concentrerà il progetto, tra cui la salute, l’equità sociale, il lavoro e l’ambiente.

Diversi gli interventi sul palco, orizzonte ovviamente le elezioni amministrative (in ballo c’è il sindaco del capoluogo umbro), ma europee e regionali (in Umbria il voto è atteso in autunno).

Roberto Fico del M5S ha descritto l’evento come un “laboratorio fondamentale”, sottolineando ka necessità di un’unità programmatica forte per contrastare una giunta che ha descritto come “disastrosa”. Ha affermato: “La giunta dell’Umbria non ha rafforzato la sanità pubblica, le liste d’attesa sono inaccettabili e le persone si lamentano. Dall’Umbria parte un messaggio universale per la transizione ecologica e un piano di rifiuti all’avanguardia”.

Marco Sarracino deputato del Pd,  ha enfatizzato la collaborazione tra le forze di opposizione, facendo riferimento al successo di una coalizione simile a Napoli. Ha detto: “Il messaggio di un progetto che abbiamo già realizzato e che sta governando bene, a Napoli siamo stati i primi a lanciare una coalizione con M5S, PD, terzo polo, le forze della sinistra. Un modello che può vincere e governare bene”.

Elisabetta Piccolotti, deputata di Alleanza Verdi Sinistra ha evidenziato i valori comuni e la lotta per il benessere dell’Umbria. “Abbiamo valori comuni e una battaglia comune per l’Umbria: fermare il declino di questa regione. All presidente Tesei diciamo che ha governato male e messo in pericolo redditi e prospettive degli umbri e delle umbre, in particolare i più giovani, coloro ai quali dobbiamo consegnare un futuro migliore”.

Thomas De Luca, consigliere regionale M5S, ha contrastato la politica dall’alto verso il basso delle destre con un approccio più inclusivo. “Fratelli d’Italia ha dichiarato che sulla ricandidatura della Tesei decideranno i vertici nazionali. Noi contrapponiamo un modello diametralmente opposto”, ha affermato.

Federico Novelli, segretario regionale del Psi ha espresso il bisogno di un cambiamento, riflettendo sugli errori passati: “Un anno fa alle politiche eravamo su posizioni diverse e abbiamo consegnato il paese alla destra. Oggi abbiamo ritrovato il confronto e siamo di nuovo seduti vicino”.

Infine, Andrea Sisti, sindaco di Spoleto ed esponente di Civici Per, ha messo in luce l’attenzione verso i più deboli come il cuore della coalizione. “Il valore che ci tiene insieme è l’attenzione verso i più deboli che hanno bisogno di aiuto”, ha dichiarato, sottolineando il ruolo del centrosinistra nel processo di cambiamento sociale.

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'approvazione del bilancio di esercizio ha visto la partecipazione dell'84% del capitale sociale, segno di...
Si vota l'8 e 9 Giugno. Umbria nella circoscrizione Italia Centrale con Lazio, Toscana e...

Altre notizie

Terni Tomorrow